laboratorio donnae

perché noi donne abbiamo bisogno di potere sull’informazione

– scritto di Vania Chiurlotto –

Per comunicare fra di noi su tutti quegli avvenimenti che per essere quotidiani non compaiono sui quotidiani, eppure sono la nostra vita.

Per denunciare quei fatti che non diventano mai notizia perché lo sfruttamento e l’oppressione troppo sono considerati ancora come naturali.

Per affermare che non solo il caso o la tragedia individuale, ma le nostre lotte e le nostre vittorie collettive sono notizia.

Per esprimere tutta la complessità teorica che sappiamo far maturare dalla riflessione su noi stesse, sulla vita  e sul mondo.

Per far circolare fra di noi tutte le informazioni che ci sono utili per capire tutto e per cambiare la nostra esistenza.

Per contrastare ogni descrizione del movimento delle donne che per essere superficiale, o strumentale, o approssimativa, tende a provocare divisioni artificiose o a cancellare le differenze specifiche tra di noi.

Per avere informazioni sul potere, sui suoi meccanismi, sulle sue sedi, sulle forze che lo detengono, sull’uso che ne fanno e sui fini che esse si propongono.

Per combattere ogni forma di controllo esercitata ovunque e sempre su noi donne proprio perché siamo donne, e che perciò chiamiamo controllo sessuale, sia che esso si eserciti sul nostro corpo o sulla nostra parola.

Per imparare a fare su di noi un’informazione che non sia né la nostra subalternità elevata a mestiere e chiamata femminile, né la nostra esperienza e lotta costretta a ideologia e chiamata femminista, ma un potere diffuso di scoprire in ogni cosa quel non-detto che è il nostro punto di vista, la nostra storia, il motivo stesso della nostra aggregazione e lotta politica.

Per dare alla presa di coscienza di ciascuna di noi la forza che viene dalla comunicazione con altre donne e dall’appartenenza a un movimento mondiale di liberazione. Per produrre una cultura nella quale riconoscerci, per costruire una politica che rifletta nelle sue scelte, nelle sue leggi, nei suoi strumenti, nei suoi modi non la nostra passività individuale ma la nostra volontà collettiva. Perché l’informazione anche quando ci nega ha un potere su di noi, agisce sulla nostra formazione, sulla nostra immaginazione e sulla nostra immagine.

Perché l’informazione su di noi è un lavoro che nessuno farà per noi.

NOTA di Pina Nuzzo:  Questo articolo, purtroppo ancora attuale, è  su Noi donne – n.28 , del 13 luglio 1979. E’  uno dei fondini scritti da Vania Chiurlotto negli anni in cui ha diretto il giornale.

I  fondini sono pubblicati nel blog  www.ilpostdellasettimana.wordpress.com

2 commenti su “perché noi donne abbiamo bisogno di potere sull’informazione

  1. Rosanna Galli
    19 agosto 2012

    Vania è sempre stata grande e grazie a Pina di avercela ri-proposta.

    Mi piace

  2. Simonetta Spinelli
    19 agosto 2012

    A dimostrazione della necessaria presenza degli scritti di Vania in rete. Grazie a Vania per la sua pluriennale generosita’, grazie a Pina per averla spinta ad una scelta fondamentale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 agosto 2012 da in conosciamoci, donne, informazione, politica con tag , , , , .

Blog Statistiche

  • 130,815 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: