laboratorio donnae

Ci vediamo il 22 e 23 settembre

Vedersi risponde al desiderio di parlarci e  al bisogno di trovare insieme i tempi e i modi per un confronto che regga nel tempo e sulla distanza . Ma anche alla voglia di sentirsi parte di un noi più grande, almeno in certe occasioni e rispetto a certi temi. Più grande però non significa insieme a tutti i costi. Più grande significa andare oltre la soggettività per incontrare alcune altre; discutere nel merito delle cose e senza posizioni precostituite.

Finora ci siamo parlate attraverso il blog, l’appuntamento di settembre sarà, invece, l’occasione per farlo direttamente, guardandoci in faccia. La politica ha bisogno anche di questo. Gli spunti per una riflessione non mancano. Nei post si sono toccati argomenti che aspettano solo di essere approfonditi; spesso si è messo l’accento sulle condizioni di vita delle donne che sono molto diversificate  in questo momento storico nel nostro paese. Ci sono disparità determinate dall’età, dalla condizione sociale, dall’etnia.

Ci vediamo il 22 e 23 settembre a Roma, viale dell’Arte 91 (EUR,  metro fermata Fermi) al primo incontro del laboratorio donnae: nascere donna: privilegio e responsabilità.

Sabato 22

ore 11,00  iscrizione

ore 11,30 Pina Nuzzo presenta il progetto politico del laboratorio donnae.

ore 12,00 i lavori proseguiranno secondo tempi e modi che ci daremo.

I lavori si chiuderanno domenica alle ore 14,00

La richiesta di iscrizione va fatta attraverso l’apposita scheda compilata e inviata entro il 10 settembre a  laboratoriodonnae@gmail.com Risponderemo con una mail di conferma.

A presto, Pina Nuzzo

SCARICA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE 

2 commenti su “Ci vediamo il 22 e 23 settembre

  1. Nerella Sala
    3 settembre 2012

    Ci sarò senz’altro, grazie Pina per questo spazio di libertà di pensiero che mi hai offerto, ho fatto tesoro di ogni singolo intervento, l’ho lasciato risuonare dentro di me , a volte ciò ha consolidato pensieri che già avevo ma che mancavano di riflessione , altre mi ha dato l’opportunità di scoprire un altro sentire e quando ciò accade si compie il miracolo : la gioia profonda che sempre accompagna la nascita di nuove consapevolezze.
    Credo che incontrandoci daremo maggiore spessore le une alle altre, ci saranno i corpi a parlare: gli sguardi gli accenti , mi sovviene che quando leggo un post, le parole mi giungono attraverso la mia voce, la mia inflessione emiliana e le carico delle emozioni che provo all’istante . Ben diverso
    è percepirlo con l’ accento di chi lo ha pensato , confrontarsi con le emozioni di chi lo esprime .
    E’ così che i corpi danno concretezza ai pensieri , a presto.

    Mi piace

  2. Pingback: “Tutte su per terra!” « Sud De-Genere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 settembre 2012 da in appuntamenti, donne, laboratorio, politica.

Blog Statistiche

  • 129,376 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: