laboratorio donnae

il grigio, i colori e il corpo

– LaboratorioDonnae 22/23 settembre: contributo di Ilaria Scalmani –

Tornando indietro di molti anni, mi sono accorta che la scintilla l’ho avuta quando alle elementari mia zia mi regalò una scatola di pennarelli Stabilo da 50 pz. Fui estasiata e gelosa di quel mio tesoro. Settimane fa rovistando tra vecchie cose in soffitta dai miei nonni, ho ritrovato proprio quella scatola attentamente custodita per tutti questi anni.

Cosa centrano i colori con il mio corpo?  Tutto, sono connessi.

Si sa che i bambini adorano i colori, ma per me si è trattato della nascita di una passione, che nel corso degli anni ha dato modo a me stessa di esprimermi.

questa  cosa però l’ho capita quando, molto tempo dopo, in un momento della mia vita di dolore e crescita personale ho usato i colori come mezzo di comunicazione. Da quel momento in poi é come se avessi aperto un varco.

Da lì ogni qual volta ho vissuto momenti forti, la pittura mi ha aiutata a dar voce al mio corpo, e più questo avveniva e più sensibilizzavo me stessa all’ascolto.

Ho capito che la mia crescita, ancora oggi, va di pari passo con la conoscenza e la consapevolezza della mia carne.

Dai bisogni, dagli impulsi, dall’ascolto sono nati i miei quadri. Questi sono l’esito della mia corporeità, sono la mia espressione.

Dipingendo do forma alla mia emotività trovando anche un ordine interiore e definendomi sempre più.

Oggi viviamo in un mondo complesso, dove non basta fare una lista di cose per definire se essere o meno qualcosa, la realtà é grigia e questo grigio ha molte sfumature. Sono compresenti tante realtà a seconda della lente con cui si guarda. Avere la consapevolezza di tutte le sfaccettature aiuta a definirci, poiché ognuno di noi nel corso della vita cambia e rappresenta connessioni diverse. ( ieri ero studentessa, figlia, oggi sono madre, figlia, lavoratrice, compagna, pittrice..) siamo terminali di relazioni, siamo connessioni tra gruppi, subiamo pressioni, critiche e frustrazioni. Tendere l’orecchio all’ascolto del noi, hic et nunc, ci aiuta a non perdere il senso di noi stesse.

Io però oltre al grigio ho anche bisogno dei “miei” colori.

Nota :  l’immagine è uno dei lavori  che Ilaria ha esposto durante il laboratorio e si intitola: “cielo stellato”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Statistiche

  • 130,815 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: