laboratorio donnae

“Le parole per dirsi”

Nella Marchesini , autoritratto con il libro 1923-25– scritto di Pina Nuzzo – 

Oggi molte informazioni passano attraverso internet, siti o giornali on line, questo consente di interagire  quasi automaticamente. Con lo stesso strumento leggiamo una notizia e rispondiamo. Sembra facile e democratico, ma a volte si rivela un modo di comunicare compulsivo e poco incisivo. A volte violento.

Silvana Sonno, autrice del libro Le parole per dirsi (Edizioni Era Nuova 2013) scrive: “Viviamo in un mondo di slogans, frasi gergali, comunicati stampa, ma in questo stesso mondo noi cittadini/e abbiamo perso/stiamo perdendo la possibilità di esprimere la nostra individuale umanità.

Abbiamo bisogno di ricercare e ritrovare le parole per dirsi. […] Le parole sono dei semi piantati, perciò dobbiamo mettere cura e attenzione a quello che piantiamo e diciamo, perché questi semi crescono e si radicano nella persona che le riceve.  Assumiamoci la responsabilità – in primo luogo davanti a noi stessi/e – delle parole che pensiamo-diciamo.”*

Ho incontrato il libro di Silvana attraverso il blog di Nicoletta Nuzzo che scrive: “Penso che per declinare al femminile il codice linguistico maschile sia necessaria la costruzione di un immaginario simbolico femminile non solo grazie ai saperi  di una genealogia al femminile  ma anche liberando nella scrittura immagini e metafore più somiglianti a noi donne. Il pensare per immagini può produrre conseguenze concrete perché una metafora creduta e vissuta, attraverso la condivisione, può portare cambiamenti  di percezione di se stessi, degli altri e della realtà”. Leggi tutto

*Dal testo per un incontro tenuto nel 2008  all’interno della rubrica Ozi d’Autore, di cui Silvana Sonno è cofondatrice dal titolo: Le parole per dirsi. Ragionamenti intorno allo “spirito della parole”.

INFO: Per ordinare “Le parole per dirsi” di Silvana Sonno rivolgersi a silvanasonno@libero.it oppure info@edizionieranuova.it oppure in tutte le  librerie su ordinazione

immagine di Nella Marchesini , autoritratto con il libro 1923-25

 

Un commento su ““Le parole per dirsi”

  1. silvana sonno
    2 aprile 2013

    Grazie dell’attenzione ai miei testi. Si tratta di riferimenti a due lavori differenti. Uno riguarda un ragionamento generale sul ruolo, il significato, la pratica dello” scmbiar parole” (o la sua negazione), oggi.
    Una riflessione divenuta scambio concreto dentro un incontro di Ozi d’Autore, tenuto a Perugia qualche anno fa insieme a donne e uomini convenuti proprio per riprendersi uno spazio comunicativo e relazionale, all’insegna della parola parlata.
    Un altro riguarda il mio ultimo libro:” le parole per dirsi, l’altra metà della lingua”, che sposta il ragionamento sull’esclusione del genere femminile dalla lingua corrente e pone il focus sulla necessità invece di dotare le donne di parole proprie con cui esssere rappresentate/rappresentarsi nell’ordine simbolico e di conseguenza nell’ordine sociale. E’ un libro a cui tengo molto perchè racchiude molti elementi del mio percorso di femminista, di scrittrice e di insegnante, tre articolazioni di me che sento intimamente legate e necessitate a esprimersi. Ringrazio Pina e Nicoletta nuzzo per avermi aperto queste ulteriori”finestre”. Silvana Sonno

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 aprile 2013 da in conosciamoci, donne, generi, laboratorio, letture, tessitura con tag , , , .

Blog Statistiche

  • 142,439 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: