laboratorio donnae

quinto appuntamento Donnae

1555315_707008169343301_598972757_nCi vediamo a Roma sabato 10 e domenica 11 maggio presso l’YWCA, Via Cesare Balbo, 4, nei pressi della stazione Termini. Come è nostra consuetudine dalle ore 14,00 di sabato alle ore 14,00 di domenica, il tema è: distanza/vicinanza dei corpi, senso di sé.

Per organizzare l’appuntamento, come già annunciato a Manfredonia, ho incontrato donne di Roma e del collettivo Femministe nove (F9). Con uno sguardo alle cose che accadono tra noi e intorno a noi,  ci siamo dette che per costruire una dimensione collettiva le parole non bastano. Non sempre. Occorre trovare dei medium  per dire la distanza/vicinanza tra i corpi.  C’è bisogno di immaginare  come ci si vuole mostrare alle altre, come occupare lo spazio pubblico rimanendo in sintonia con il proprio corpo e con il corpo delle altre.

Le pratiche di sempre, come per esempio fare uno striscione,  acquistano un senso nuovo se le parole d’ordine non ripetono slogan usurati; nascono così nuovi modi come il  “Cerchio delle Donne con rito della Tenda Rossa” a Lugano l’8marzo o come portare in piazza una “pupazza” mentre con un “vecchio” megafono una donna ne racconta con passione la “via crucis”. Ed ecco riproposto, ma allo stesso tempo diventato altro, quello che nei mitici anni ’70 avremmo chiamato “giornale parlato”.

In questo appuntamento Donnae vogliamo parlare di quello che serve per costruire un’azione politica, ma vogliamo anche  mostrare i medium che abbiamo realizzato: video, cartelloni, striscioni, testi da distribuire o da recitare. Per non sprecare il tempo a nostra disposizione è necessario sapere in anticipo cosa si intende portare. Scrivete per questo a laboratoriodonnae@gmail.com. Il programma dettagliato sarà pubblicato appena pronto. Presso l’IWCA dove ci incontreremo si può anche dormire (per info leggi qui le condizioni concordate)

Segue un contributo di Roberta Paoletti, scritto dopo il primo incontro organizzativo. Vi saluto con le parole di una lettera che Cristiana Zenari ha scritto alle donne con cui ha preparato il OBR. Le faccio mie, Pina Nuzzo

…attendo…

Attendo i 10 minuti che coronano settimane di preparazione, attendo il vostro giungere…

 

Roberta Paoletti, per Laboratorio Donnae

Come Annarita Del Vecchio, Raffaella Di Noia e Simona Trabucco, mi piacerebbe «ripartire dalla fine». Per loro la fine dell’ultimo appuntamento del Laboratorio Donnae (quello a Manfredonia) ha avuto il sapore dei mandarini sbucciati e delle sedie lasciate vuote dalle donne che ormai erano già sulla via del ritorno, su autostrada, ferrovia o in volo. Quelle donne che nelle 24 ore precedenti avevano avuto la cura dell’ascoltarsi, dell’esporsi, del condividere.

Per noi la fine è il racconto, o meglio, la messa in scena del dialogo tra le tre rimaste e chiamate a essere testimoni di quello che dell’incontro restava, emotivamente, praticamente, in coscienza e anche sulle sedie e nei cestini con le bucce dei mandarini.

Leggere la loro restituzione mi porta insieme avanti verso il nuovo appuntamento del Laboratorio Donnae a Roma, il 10 e 11 Maggio, e insieme indietro ai tempi del mio secondo anno di liceo.

Parto dall’indietro per venire avanti. Mi viene alla mente la mia Prof. di letteratura che tentando di insegnarci a scrivere ci disse: «dovete imparare a mostrare la situazione che avete in mente». Quella parola “mostrare”, che oggi per me sta insieme a “raffigurare”, mettere in scena, permettere all’altra/o, che non è presente, di potersi figurare la situazione descritta, mi porta di nuovo velocemente al profumo delle bucce di mandarino che Annarita, Simona e Raffaella avevano nel naso quando hanno cominciato a parlarsi. Così, semplicemente, sono con loro, quell’odore mi permette di rivederle nella mia mente e di leggere le loro battute rifacendo o inventando le loro voci, e così via.

Cosa c’entra questo con la vicinanza/lontananza dei corpi e con il senso di sé? C’entra perché riappropriarsi di un artificio letterario, come hanno scelto di fare loro più o meno consapevolmente, è un modo per far affacciare i loro corpi sul mondo e di aprire quella scena a chi da fuori si volesse aggiungere al capannello.

C’entra perché dare una forma al nostro affacciarci al modo, ha a che fare con il senso di sé, con il mostrarsi in modo autentico, con il mettersi in dialogo, in apertura, verso il mondo e con questo assieme agli altri corpi.

È per questo che con un pensiero al Laboratorio Zarchar che ha rimesso in uso mani di donne facendone un punto politico, passo alla performance di F9 a Paestum 2013, a quella di maipiùclandestine il primo marzo in Piazza del Popolo, fino alla cementificazione di un water delle Cagne sciolte di fronte all’ospedale Pertini, e penso che una nuova voglia di raffigurarsi e raffigurare sia nata nel femminismo. Certo anche debitrice delle pratiche dei movimenti LGBTQI, ma con una sfumatura e con un senso diversi, che vorremmo indagare assieme nel prossimo Laboratorio Donnae.

SCHEDA PARTECIPAZIONE

l’immagine è un murale

2 commenti su “quinto appuntamento Donnae

  1. Giusi Ambrosio
    8 aprile 2014

    Mi piace molto avvertire tramite la lettura la freschezza di chi ha scritto questo primo commento, come pure mi pare interessante l’impegno a individuare forme di comunicazione efficace che dicano di corpi e trovino le dimensioni per rappresentarne le voci, le parole, i pensieri. Mi colpisce maggiormente la gioiosa pensosità che fornisce la tematica all’appuntamento del laboratorio donnae che si terrà a roma e al quale mi piacerebbe partecipare per apprendere e sentire la tenacia nel proposito e l’ottimismo della rappresentazione. Un entrare in scena che immagino si avvalga anche di giovani donne non molto segnate dalla durezza delle esperienze e dalla verifica di molte sconfitte. Un abbraccio a tutte Giusi Ambrosio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 marzo 2014 da in appuntamenti, arte, conosciamoci, donne, laboratorio, politica con tag , , , .

Blog Statistiche

  • 128,020 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: