laboratorio donnae

Studentesse rapite in Nigeria: la marcia delle madri, gli USA e #BringBackOurGirls

Ex UAGDC

Il 14 aprile 2014 più di 100 studentesse tra i 12 e i 17 anni sono state rapite davanti alla loro scuola a Chibok, Nord Est della Nigeria,  portate via da uomini armati. Al momento nessuno ha rivendicato ancora l’operazione, ma nel Paese si sospetta dei  miliziani del gruppo Boko Haram , espressione in lingua hausa traducibile con “ l’educazione occidentale è vietata “.

studentesse

Questo movimento clandestino di ispirazione islamica fondamentalista nasce nel 2002 e  ha come obiettivo l’abolizione del sistema secolare e l’imposizione della Shari’a. Nel tentativo di annientare ogni forma di contaminazione culturale cosiddetta “occidentale” e riconducibile a un sistema di vita e valori che guarda sia all’Europa che agli Stati Uniti, si ripropone la costruzione e la gestione di moschee e scuole per la popolazione nigeriana e per quelle limitrofe.

Le ragazze avrebbero dovuto sostenere  gli esami annuali per il diploma Waec ( West African Examination…

View original post 589 altre parole

Un commento su “Studentesse rapite in Nigeria: la marcia delle madri, gli USA e #BringBackOurGirls

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 maggio 2014 da in donne, politica, resistenza, sessismo, violenza.

Blog Statistiche

  • 130,820 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: