laboratorio donnae

Iroko e Resistenza femminista, agire sulla realtà

ANA MENDIETA Untitled (aus der Serie Sandwoman), 1983 S/W-Fotografie (Vintage Print) 20 x 25 cm Auflage 12 Dokumentation einer Sandarbeit in Cape Cod Courtesy Barbara Gross Galerie, München

Iroko intervista  Resistenza Femminista con cui condivide un cammino comune sulla visione abolizionista della prostituzione.

PRIMA PARTE

Ma cosa vuol dire Resistenza Femminista e quando nasce la collaborazione con Iroko?
L’abbiamo chiesto a Chiara, esponente del movimento.

Siamo un collettivo di donne di tutte le età, provenienti da varie parti d’Italia. Il primo nucleo del gruppo nasce nel 2011, ma già l’anno prima alcune di noi si erano incontrate in rete intorno al blog Il corpo delle donne di Lorella Zanardo, dove ci si ritrovava a commentare e riflettere sul lavoro dell’autrice. Alcune di noi erano già attive come blogger (Consumabili), altre facevano già parte di collettivi (Connettive) e avevano esperienza come volontarie in Centri Anti violenza. Ci siamo riconosciute subito: la dimensione virtuale ci stava stretta, volevamo agire sulla realtà, tornare ad incontrarci. Al centro delle nostre discussioni in rete c’era la violenza maschile sulle donne in un momento di rinascita di interesse per il femminismo da parte anche delle nuove generazioni. Tra gli obiettivi del nostro gruppo c’era quello di creare un luogo sicuro per sopravvissute alla violenza maschile. Nel 2013 abbiamo partecipato all’Incontro Nazionale del Femminismo italiano che si è tenuto a Paestum, abbiamo scritto un documento collettivo dove abbiamo messo al centro il legame tra violenza patriarcale neoliberista e precarietà femminile su scala globale. Obiettivo della nostra partecipazione a Paestum era stato quello di riavviare un dialogo con il femminismo storico a partire da alcuni concetti chiave del femminismo stravolti, manipolati dal neoliberismo come quello della “libera scelta”, della libertà di disporre del proprio corpo. Avevamo iniziato ad occuparci di prostituzione e pornografia a partire dal nostro vissuto (nel nostro gruppo ci sono anche donne sopravvissute alla prostituzione) e ci interessava approfondire il legame tra precarizzazione del lavoro femminile e il tentativo del patriarcato globale di spingere le donne ai margini del mercato del lavoro per rinchiuderle nuovamente nei ruoli classici di madre dentro casa e prostituta nel bordello.

Di recente abbiamo avviato con Pina Nuzzo un nuovo esperimento di politica delle donne, un percorso che ha l’obiettivo di tornare a confrontarci su temi che ci stanno a cuore come la violenza maschile sulle donne in tutte le sue espressioni, dalla prostituzione, alla pornografia, alla maternità surrogata. Tutto questo a partire dalla nostra esperienza, il nostro vissuto di donne che si confrontano in uno spazio proprio, fuori dalle logiche patriarcali. Molte donne hanno risposto al nostro invito con grande slancio e altre si uniranno ai prossimi incontri, nei quali prevediamo di costruire insieme un’agenda politica condivisa.

LEGGI TUTTO

l’intervista continua SECONDA PARTE

Se vuoi sostenere l’Associazione Iroko e i suoi progetti: il mio dono

 

immagine: ANA MENDIETA Untitled (aus der Serie Sandwoman), 1983 S/W-Fotografie (Vintage Print) 20 x 25 cm Auflage 12 Dokumentation einer Sandarbeit in Cape Cod
Courtesy Barbara Gross Galerie, München

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 ottobre 2016 da in Agenda Condivisa, conosciamoci, donne con tag , .

Blog Statistiche

  • 129,930 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: