laboratorio donnae

IMMA e le altre

 

Ho firmato questa lettera che, in tante, stiamo inviando a Report , a questi indirizzi: report@rai.it;  s.ranucci@rai.it . Se vuoi farlo anche tu, copia/incolla il testo e aggiungi la tua firma, Pina Nuzzo

oggetto:

IMMA e le altre

Spett.le redazione Report, segnaliamo un caso di malagiustizia.

Alla Signora Imma Cusmai è stata sottratta nel 2013 una figlia sulla base di una perizia discutibile e da allora sta affrontando un calvario inimmaginabile e una morte lenta e quotidiana

La legge 54/2006 sull’affido condiviso si è rivelata, negli anni, una clava usata contro le donne, anche nei casi di violenza. Perché se i figli rifiutano di vedere un genitore, ecco che l’altro viene risucchiato in un vortice di consulenze tecniche d’ufficio, colloqui con gli assistenti sociali, guerre di carte bollate. Con finali spesso drammatici: madri descritte come malevole, istrioniche, colpevoli di scatenare conflitti di lealtà nei bambini.

Bambini che per “guarire” devono essere collocati in case famiglia o affidati al genitore che non vogliono incontrare. Chiediamo che Report si occupi anche di questa storia perché i figli non possono essere strappati ai genitori con motivi pretestuosi, soprattutto a quelli che hanno meno mezzi culturali e economici per difendere i loro diritti.

A tale proposito Imma Cusmai raggiungerà Bruxelles e Strasburgo per incatenarsi con altre mamme vessate davanti alla Corte dei Diritti dell’uomo e davanti al Parlamento Europeo.

Ricordiamo:

Ginevra Amerighi alla quale venne strappata a soli 18 mesi la figlia,

Federica Puma e la piccola Beatrice,

Michela ,la mamma di Baressa, che oggi dalla Sardegna supplica di poter rivedere sua figlia affidata in via esclusiva al padre,

Ombretta Giglione di Cittadella, suo figlio di 10 anni venne prelevato in modalità coatta a scuola dal padre avvocato per colpire l’ex moglie,

Donatella Cipriani di Battipaglia, i suoi due figli vennero chiusi per anni in casa famiglia e poi collocati a casa del padre più volte denunciato dalla stessa Cipriani, per violenza domestica e assistita,

…e tante altre che non citiamo per prudenza, diciamo pure paura.

In questi giorni una mamma di Roma, Laura Massaro, potrebbe vedersi togliere il figlio già assegnato a una tutrice. Le è già stata tolta la patria potestà con l’accusa di aver alienato il figlio. Il destino di questo bambino è quello di entrare in una casa famiglia per essere “resettato” e poi consegnato al padre (denunciato dalla stessa madre per violenza domestica). A Laura Massaro verrebbero concessi due incontri al mese in spazio neutro. Alcuni mesi fa il tribunale di Brescia ha riconosciuto la sindrome di alienazione parentale e su questa base ha deciso di affidare una bambina di dieci anni, residente in Franciacorta (Brescia) al padre e non alla madre ritenuta “alienante”. Un padre accusato dalla stessa bambina di essere violento.

Durante le Vostre ultime puntate avete affrontato i finanziamenti Russia/Stati Uniti, strettamente collegati al Congresso Nazionale delle Famiglie tenutosi a Verona e al Senatore Simone Pillon. Come già sappiamo il Senatore Pillon si sta battendo in via quasi esclusiva per la tutela, non dei figli, ma di avvocati e mediatori pro PAS.

È sufficiente infatti accusare un genitore di PAS (sindrome di alienazione parentale) e di solito viene colpita la mamma, per arrivare al prelievo dei figli con destinazione casa famiglia o presso il padre, quand’anche fosse violento.

Cordiali saluti.

 

 

2 commenti su “IMMA e le altre

  1. Spiral Red Earth
    6 novembre 2019

    Firmo e invio più che volentieri e faccio firmare, grazie Pina per questa segnalazione.

    "Mi piace"

  2. M. Luisa Mezzanzanica
    6 novembre 2019

    Massima solidarietà a tutte le donne e alle loro figlie e figli vittime di uomini e mala giustizia un abbraccio a tutte e nn molliamo mai

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 novembre 2019 da in corpo generativo, democrazia paritaria, diritti, donne, violenza con tag , .

Navigazione

Blog Statistiche

  • 158.698 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: