laboratorio donnae

Teresa ha risposto, senza ‘alcun imbarazzo’

La prima risposta alla nostra lettera viene da Italia Viva. La dichiarazione di Teresa Bellanova, Coordinatrice nazionale di Italia Viva, è chiara, limpida e rincuora. 

“Tantissime donne e uomini, associazioni e movimenti femministi, stanno chiedendo alla politica un no definitivo e senza ambiguità alla cosiddetta maternità surrogata. Hanno ragione: sebbene l’argomento sia delicato e complesso, la politica non può soprassedere e tanto meno non esser chiara. Deve prendere posizione. Lo ha fatto del resto il nuovo governo spagnolo guidato da Sanchez: dobbiamo farlo anche noi.
Non mi piace mai usare tanti giri di parole, non lo farò su un tema come questo. Nella battaglia per la libertà delle donne, contro la mercificazione, contro l’idea di poter vedere nel corpo femminile un mero scopo riproduttivo, non trovo alcun imbarazzo ad esprimere il mio secco no a qualsiasi forma di “utero in affitto”.
Io non giudico né condanno il desiderio di essere madre o padre. Dico che non può essere a tutti i costi se i costi sono di questa natura. Non si può insistere a mascherare questa pratica con quella antichissima del dono, quando chi dona è il soggetto debole della relazione. E semmai aggiungo che una radicale riforma delle leggi che regolano l’adozione e l’affido non è più rimandabile.
Prendiamoci questo impegno. Chi non lo fa o chi, forse peggio ancora, glissa e non prende posizione, non fa un buon servizio alla politica, quella vera, quella che proprio su questi grandi temi deve assumersi le proprie responsabilità. La difesa quotidiana della dignità delle donne e di tutti gli essere umani passa da scelte radicali, che la politica deve avere il coraggio di portare avanti con forza e decisione.
Io non mi tiro indietro”.

 

Renzi, già lo scorso settembre, si era espresso sull’argomento, dichiarando al Quotidiano.net: “Confermo la mia radicale contrarietà. Ho riflettuto, ho letto, ho approfondito ma non ho trovato ragioni per cambiare idea”. Posizione riconfermata nell’intervista all’Avvenire: “La mia posizione è sempre stata chiara e netta, io ci sto al no”

 

immagine, barocco sotto pelle, dettaglio 3, tecnica mista su tela 2014, cm 70×80, pinanuzzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 gennaio 2020 da in donne, maternità con tag , .

Blog Statistiche

  • 162.813 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: