laboratorio donnae

Art.118/TitoloV

Maria Cristina Rizzo

Art. 118 testo originario del 1948
1° comma: Spettano alla Regione le funzioni amministrative per le materie elencate nel precedente articolo, salvo quelle di interesse esclusivamente locale, che possono essere attribuite dalle leggi della Repubblica alle Provincie, ai Comuni o ad altri enti locali.

2° comma: Lo Stato può con legge delegare alla Regione l’esercizio di altre funzioni amministrative.

3° comma: La Regione esercita normalmente le sue funzioni amministrative delegandole alle Provincie, ai Comuni o ad altri enti locali, o valendosi dei loro uffici.

Art. 118 testo vigente (riforma costituzionale del 2001)
1° comma: Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.

2° comma: I Comuni, le Province e le Città metropolitane sono titolari di funzioni amministrative proprie e di quelle conferite
con legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.

3° comma: La legge statale disciplina forme di coordinamento fra Stato e Regioni nelle materie di cui alle lettere b) e h) del secondo comma dell’articolo 117, e disciplina inoltre forme di intesa e coordinamento nella materia della tutela dei beni culturali.

4° comma:Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.

testo riformato:
1° comma: Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, siano conferite a Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.
MODIFICATO

2° comma: Le funzioni amministrative sono esercitate in modo da assicurare la semplificazione e la trasparenza dell’azione
amministrativa, secondo criteri di efficienza e di responsabilità degli amministratori. AGGIUNTO

3° comma (ex 2° comma) : I Comuni e le Città metropolitane sono
titolari di funzioni amministrative proprie e di quelle conferite con legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.
MODIFICATO

4° comma (x. 3° comma) : La legge statale disciplina forme di coordinamento fra Stato e Regioni nelle materie di cui alle lettere b) e h) del secondo comma dell’articolo 117, e disciplina inoltre forme di intesa e coordinamento in materia di tutela dei beni culturali e paesaggistici MODIFICATO

5° comma (ex 4° comma) : Stato, Regioni, Città metropolitane e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà. MODIFICATO

Questo articolo non subisce particolari modifiche. Viene eliminato il riferimento alle province; introdotto il principio di responsabilità per chi amministra; aggiunti i beni paesaggistici tra le materie per le quali la legge dello Stato dovrà prevedere forme di coordinamento con le Regioni.

torna alla pagina

Blog Statistiche

  • 127,988 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: