laboratorio donnae

Art. 72

Maria Cristina Rizzo
L’articolo che ci tocca esaminare oggi è già molto lungo nel testo vigente; lo è ancor di più nel testo riformato.

Art. 72 testo vigente:
1° comma : Ogni disegno di legge, presentato ad una Camera è, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una commissione e poi dalla Camera stessa, che l’approva articolo per articolo e con votazione finale.

2° comma: ll regolamento stabilisce procedimenti abbreviati per i disegni di legge dei quali è dichiarata l’urgenza.

3° comma: Può altresì stabilire in quali casi e forme l’esame e l’approvazione dei disegni di legge sono deferiti a commissioni, anche permanenti, composte in tal modo  da rispecchiare la proporzione dei gruppi parlamentari. Anche in tali casi, fino al momento della sua approvazione definitiva, il disegno di legge è rimesso alla Camera, se il Governo o un decimo dei componenti della Camera o un quinto della Commissione richiedono che sia discusso e votato dalla Camera stessa oppure che sia sottoposto alla sua ap-
provazione finale con sole dichiarazioni di voto. Il regolamento determina le forme di pubblicità dei lavori delle commissioni.

4° comma: La procedura normale di esame e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale e per quelli di delegazione legislativa, di autorizzazione a ratificare trattati inter-
nazionali, di approvazione di bilanci e consuntivi

Art. 72 riformato:

1° comma: Ogni disegno di legge di cui all’articolo 70, primo comma, presentato ad una Camera, è, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una Commissione e poi dalla Camera stessa, che l’approva articolo per articolo e con votazione finale
(nota: il primo comma dell’art. 70 elenca le materie per le quali è rimasta la competenza legislativa di Camera e Senato). SOSTANZIALMENTE IDENTICO

2° comma: Ogni altro disegno di legge è presentato alla Camera dei deputati e, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una Commissione e poi dalla Camera stessa, che l’approva articolo per articolo e con votazione finale.
(nota: comma resosi necessario per le materie per le quali è competente solo la Camera dei Deputati) AGGIUNTO

3°comma (ex 2° comma vigente): I regolamenti stabiliscono procedimenti abbreviati per i disegni di legge dei quali è dichiarata l’urgenza. SOSTANZIALMENTE IDENTICO

4° comma (ex. 3° comma vigente): Possono altresì stabilire in quali casi e forme l’esame e l’approvazione dei disegni di legge sono deferiti a Commissioni, anche permanenti, che, alla Camera dei deputati, sono composte in modo da rispecchiare la proporzione dei gruppi parlamentari. Anche in tali casi, fino al momento della sua approvazione definitiva, il disegno di legge è rimesso alla Camera, se il Governo o un decimo dei componenti della Camera o un quinto della Commissione richiedono che sia discusso e votato dalla Camera stessa oppure che sia sottoposto alla sua approvazione finale con sole dichiarazioni di voto. I regolamenti determinano le forme di  pubblicità dei lavori delle Commissioni. SOSTANZIALMENTE IDENTICO

5° comma (ex 4° comma vigente): La procedura normale di esame e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale, e per quelli di delegazione legislativa, per quelli di conversione in legge di decreti, per quelli di autorizzazione a ratificare trattati internazionali e per quelli di approvazione di bilanci e consuntivi. MODIFICATO (non potendosi approvare in Commissione le leggi di conversione dei decreti legge introduce un limite al ricorso alla decretazione d’urgenza che è una delle aberrazioni dell’attuale nostro sistema.

6° comma: Il regolamento del Senato della Repubblica disciplina le modalità di esame dei disegni di legge trasmessi dalla Camera dei deputati ai sensi dell’articolo 70. AGGIUNTO (un comma necessario a seguito dei nuovi poteri del Senato);

7° comma: Esclusi i casi di cui all’articolo 70, primo comma, e, in ogni caso, le leggi in materia elettorale, le leggi di autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali e le leggi di cui agli articoli 79 e 81, sesto comma, il Governo può chiedere alla Camera dei deputati di deliberare, entro cinque giorni dalla richiesta, che un disegno di legge indicato come essenziale per l’attuazione del programma di governo sia iscritto con priorità all’ordine del giorno e sottoposto alla pronuncia in via definitiva della Camera dei deputati entro il termine di settanta giorni dalla deliberazione. In tali casi, i termini di cui all’articolo 70, terzo comma, sono ridotti della metà. Il termine può essere differito di non oltre quindici giorni, in relazione ai tempi di esame da parte della Commissione nonché alla complessità del disegno di legge. Il regolamento della Camera dei deputati stabilisce le modalità e i limiti del procedimento, anche con riferimento
all’omogeneità del disegno di legge. AGGIUNTO

Qust’ultimo comma è la novità di questo articolo.
Il Governo (che attualmente, per superare le lungaggini del Parlamento, ricorre spesso ai decreti legge abusando di uno strumento che secondo la Costituzione dovrebbe essere straordinario, da usare solo in casi d’urgenza) , può chiedere alla Camera dei Deputati che un disegno di legge la cui approvazione sia ritenuta necessaria per il programma di governo, venga esaminato con priorità entro un termine ben definito.
Credo che alcuni si riferiscano a questo articolo quando dicono che il Governo ha maggiori poteri in danno del Parlamento.
In effetti è così.
Ma occorre capire a quale fine poi questi maggiori poteri dovrebbero essere riconosciuti.
Credo che l’intento sia quello di stimolare la Camera dei Deputati a legiferare in tempi certi su temi che sono particolarmente importanti.
In ogni caso sarà il regolamento della Camera, sul quale il Governo non ha alcun potere di incidere, che stabilirà in che modo la Camera dovrà rispondere alle richieste del Governo.

Anche per questo articolo sospendo il giudizio, sebbene sarei più propensa a dire SI

torna alla pagina

Blog Statistiche

  • 142,320 visite

lascia il tuo indirizzo mail se vuoi sapere quando verrà pubblicato un nuovo post o un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: